Torna a Eventi FPA

partner

Poste Italiane

Poste Italiane è la più grande rete di distribuzione di servizi in Italia. Le sue attività comprendono il recapito di corrispondenza e pacchi, il risparmio gestito, i servizi finanziari e assicurativi, i sistemi di pagamento. Poste Italiane offre i propri prodotti e servizi ai cittadini, alle imprese e alla pubblica amministrazione. Quotata alla Borsa di Milano dal 2015, Poste Italiane conta tra i suoi maggiori azionisti il Ministero dell’Economia e delle Finanze e la Cassa Depositi e Prestiti.

L’Azienda adotta una strategia multicanale che integra la rete degli oltre 12 mila uffici postali con l’accesso ai servizi attraverso internet e le applicazioni digitali. Le piattaforme tecnologiche e logistiche avanzate, la presenza capillare e il profondo radicamento sul territorio nazionale  fanno di Poste Italiane un protagonista del processo di innovazione e di estensione dei servizi digitali in tutto il Paese.

In questa ottica, Poste Italiane ha di recente costituito il segmento di business “Pagamenti, Mobile e Digitale”, con l’obiettivo di offrire soluzioni evolute di pagamento attraverso i suoi canali di distribuzione fisici e digitali. In parallelo, consolidando la propria presenza nel settore del corriere espresso, Poste Italiane sta contribuendo alla diffusione dell’e-commerce in Italia.

Nell’esercizio 2017 i ricavi totali del Gruppo Poste Italiane si sono attestati a 10,6 miliardi di euro mentre l’utile netto è stato pari a 689 milioni di euro.


E' partner di

venerdì, 18 20 Ottobre13

09:30
11:30

Conoscere per crescere[co.22]

Il processo di riordino del territorio in aggregazioni di Comuni, aree vaste, Città metropolitane e la trasformazione delle Province in Enti di II° livello sta facendo emergere criticità e perplessità, che potrebbero rallentarne e ostacolarne il percorso di attuazione.

Un fattore ostativo è che il processo di riordino territoriale viene interpretato prevalentemente come azione necessaria per coniugare il miglioramento della efficienza funzionale e gestionale della Pubblica Amministrazione locale con la riduzione dei costi, tant’è che gli stessi legislatori nazionali e regionali parlano pressoché esclusivamente di funzioni trasferite.

Sta emergendo una lettura più pregnante e strategica del processo di riordino che lo considera come un passaggio decisivo per aiutare Sistemi Territoriali ad essere “visibili” nel nuovo scenario della Programmazione europea 2014-2020 e ad essere competitivi nello scenario internazionale che emergerà dal superamento della crisi.

Il riordino quindi come passaggio per adeguare la Pubblica Amministrazione alla profonda trasformazione in atto dalla società post-industriale all’economia della conoscenza, che vede dilatarsi i confini dei mercati ad una dimensione mondiale (e globale) e che richiede ai Sistemi Territoriali di attrezzarsi per non “scomparire” socialmente ed economicamente.

Elemento determinante di questa trasformazione e del processo di riordino è la Conoscenza, che sta diventando il fattore critico di successo per progettare e promuovere strategie e piani di intervento per la Crescita e lo Sviluppo Equi e Sostenibili.

Questo è il tema centrale della Conferenza Conoscere per Crescere nella quale saranno presentate alcune esperienze significative della Pubblica Amministrazione centrale, regionale e locale, raccordate fra loro dal comune obiettivo di promuovere la conoscenza  attraverso servizi innovativi per aiutare il territori nel processo di crescita.

 

Torna alla lista dei Partner