Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 16:00 a 17:45

Nuove soluzioni tecnologiche e politiche locali per il benessere dei cittadini [ co.05 ]

Il convegno propone nella prima parte una rapida sequenza di casi, esperienze e prodotti in grado di cambiare la qualità della vita dei cittadini, con una particolare attenzione al tema dell’invecchiamento attivo, alla domotica e a forme innovative di assistenza domiciliare. La seconda parte dei lavori mette a confronto esperti, amministratori e imprese alla ricerca delle soluzioni e delle strategie più efficaci sulla base degli stimoli emersi in precedenza.

ELEVATOR PITCH
In questo convegno verrà illustrato uno dei progetti di Innovazione sociale finanziati nell'ambito del bando MIUR dedicato alla Regioni dell'Obiettivo convergenza e presentati da start-up formate da giovani di età non superiore ai 30 anni di età. Il relatore ha a disposizione un massimo di 3 minuti.

- Ilaria Bortone, Progetto KISS-HEALTH, Knowledge Intensive Social Services nella SALUTE

Programma dei lavori

Coordina

Lopedote
Intervento di Claudia Lopedote
Claudia Lopedote Segretario Generale - CSS, Consiglio italiano per le Scienze Sociali Biografia Vedi atti Guarda il video

Nata a Bari. Laurea in Comunicazione pubblica ed istituzionale a Bologna (2005) sul tema della democrazia elettronica, e specializzazione in Diritto parlamentare a Firenze.

È Segretario Generale del Consiglio italiano per le Scienze Sociali (CSS), a Roma.

Si occupa di governo delle città e del territorio a partire dal lavoro dei Soci del CSS negli ultimi 5 anni, con la pubblicazione di un Libro bianco collettaneo (Le grandi città italiane. Società e territori da ricomporre), l’ampio dibattito pubblico (ciclo di seminari “Idee per l’Italia”), la collaborazione attiva con Governo, Parlamento e altre istituzioni per la costituzione di un’Agenda urbana nazionale e del Comitato Interministeriale per le Politiche Urbane (CIPU).

È promotrice di alcune iniziative culturali e associative nell’ambito di istituzioni ed organizzazioni quali Iniziativa per un Freedom of Information Act in Italia, United World Colleges, riviste di cultura e network europei di fondazioni politiche, etc.

Ha ricevuto il Premio Città Impresa 2013.

È autrice di diversi interventi, articoli, traduzioni, interviste, su istituzioni politiche, media, tecnologie, Europa, Mezzogiorno, pubblicate su: alfabeta2, queste istituzioni, Critica liberale, Rivista italiana di comunicazione, Quaderni della Fondazione "Adriano Olivetti", Wall Street Italia, etc.

Chiudi

Lo scenario italiano

Cittadino
Intervento di Caterina Cittadino
Caterina Cittadino Capo - Dipartimento per le Politiche della Famiglia Biografia Vedi atti Guarda il video
Laureata in Giurisprudenza all'Università di Messina è Dirigente della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 31 dicembre 1989 e Consigliere dei ruoli della Presidenza del Consiglio dei Ministri dal 1999. 
E'  Capo dell'ufficio di Segreteria della Conferenza Stato-Città ed autonomie locali.
dal 2013 al 2014 Capo Dipartimento per le Politiche della Famiglia.
Dal 2012 al 2013 incarico di Staff presso il Dipartimento per le politiche di gestione promozione e sviluppo delle risorse umane.
Dal 2009 al 2012 Capo Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo. 
Dal 2007 al 2009 Direttore Generale del Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione (CNIPA).
E' stata inoltre Vice Capo di Gabinetto e Capo del Settore legislativo del Ministro per la Funzione Pubblica e Vice Capo del Settore legislativo del Ministro per il Coordinamento della Protezione Civile

 

Chiudi

Atti di questo intervento

co_05_4cittadino.mp3

Chiudi

La prospettiva europea

Bezzi
Intervento a cura di Margot Bezzi
Margot Bezzi Consulente in politiche di innovazione, membro Stati Generali dell'Innovazione Biografia Vedi atti Guarda il video
Laureata in scienze della comunicazione, il suo principale centro di interesse è stato l'impatto sociale dei media e delle ICT, con particolare attenzione alle opportunità sociali ed economiche e di trasformazione organizzativa legate alle nuove tecnologie. 
 
Ha lavorato in ambito pubblico e internazionale, con le Nazioni Unite in Cile e in Egitto, e alla Commissione Europea. A Bruxelles ha lavorato alla DG Communication Networks, Content and Technology come responsabile di politiche e progetti di ricerca basati sull'applicazione delle ICT soprattutto in ambito sanitario e dell'inclusione sociale, in particolare nelle aree: accessibilità, competenze digitali, telemedicina, ambiente assistito, cartelle sanitarie elettroniche, patient empowerment. 
 
Più recentemente ha cominciato ad occuparsi di innovazione in senso ampio, comprendendo: innovazione sociale; online engagement, crowdsourcing e piattaforme di policy-making collaborativo; la dimensione culturale e comportamentale legata all'effetto network e alle comunità online; lo sviluppo di processi di sostenibili, e delle smart-cities. 
 
Dopo sette anni all'estero, ha recentemente deciso di rientrare Italia.

Chiudi

Atti di questo intervento

co_05_bezzi.pdf co_05_2bezzi.mp3

Chiudi

Progetti e soluzioni

Cortellessa
Il progetto GiraffPlus

Accorgersi per tempo del peggioramento delle condizioni psicofisiche delle persone anziane e fornire un supporto socio-sanitario adattabile ai mutevoli bisogni legati all’invecchiamento, sono due importanti aspetti che costituiscono un’interessante sfida nella società odierna.  Per perseguire questo obiettivo, il progetto GiraffPlus mira a realizzare un ambiente intelligente per il monitoraggio e il supporto di persone anziane, ottenuto integrando  un insieme di soluzioni tecnologiche disponibili sul mercato.

Il sistema prevede una rete di sensori installati in una casa che consentono la misurazione di diversi parametri fisiologici e ambientali. Le informazioni rilevate da questi sensori sono interpretate da un sistema intelligente in grado di riconoscere alcune attività svolte e/o connesse al suo stato di salute/benessere. Queste informazioni sono utilizzate per attivare allarmi o generare dei promemoria da presentare sia alla persona anziana che ad un infermiere incaricato, oppure possono essere analizzate nel tempo da un medico specialista. Il sistema può anche configurarsi automaticamente per fornire servizi specifici.  Un elemento aggiuntivo presente nell’ambiente è un robot di telepresenza, chiamato Giraff, che può essere operato nella casa da una persona connessa remotamente tramite internet. Particolare enfasi è data alla valutazione del sistema da parte di potenziali utenti reali. L’obiettivo ambizioso del progetto è, infatti, quello di istallare il sistema GiraffPlus in 15 case di persone anziane distribuite in tre stati europei (Italia, Spagna e Svezia) e di valutare per un tempo sufficientemente lungo diversi aspetti quali la reazione delle persone, il livello di utilità percepita e il grado di soddisfazione.

Gabriella Cortellessa National Research Council of Italy, Institute of Cognitive Science and Technology Biografia Vedi atti Guarda il video

E’ Ricercatrice presso il CNR nell’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione di Roma. E’ laureata in Ingegneria Informatica presso l'Università di Roma "La Sapienza" e ha conseguito un dottorato di ricerca in Psicologia Cognitiva presso la stessa università, occupandosi della valutazione di strumenti interattivi di supporto al decision making.

Ha trascorso un anno presso il Robotics Institute dell’università Carnegie Mellon di Pittsburgh (USA), lavorando nell’ambito dei sistemi di pianificazione automatica con particolare riferimento alla loro valutazione con utenti umani.

Ha fatto parte del team del CNR che ha lavorato per l’Agenzia Spaziale Europea partecipando allo sviluppo e alla valutazione di diversi sistemi divenuti operativi nel centro di controllo delle missioni spaziali.

I suoi principali interessi di ricerca riguardano i sistemi interattivi per il problem solving e la loro valutazione, aspetti legati all’interazione uomo-macchina e uomo-robot, nonché le tecnologie per gli utenti anziani.

Più recentemente la sua attività si è focalizzata sui temi legati all’Ambient Assisted Living e allo sviluppo e valutazione di tecnologie dedicate alla popolazione anziana.  In quest’ambito ha partecipato alla valutazione di tecnologica robotica nel progetto RoboCare ed in ExCITE, dove è stata responsabile per l’ideazione del piano di valutazione di lungo termine di un robot di telepresenza in contesti abitativi reali .

Attualmente è referente scientifico per il progetto GiraffPlus (FP7, ICT Call 7) il cui obiettivo è di sviluppare un sistema integrato di sensori, robot e servizi personalizzati intelligenti per il monitoraggio delle persone anziane.

Chiudi

d'Angelantonio
Il Progetto SmartCare
Marco d'Angelantonio Himsa Biografia Vedi atti Guarda il video

Nato il 01.08.1948. Laureato in Fisica all'Università La Sapienza di Roma.

Dopo 21 anni con il Gruppo Olivetti, per il quale ha lavorato in Belgio, Italia, Spagna e Regno Unito, Marco ha fondato nel 1997 HIM, una HIM con sede a Bruxelles specializzata nel campo della teleassistenza e telemedicina.

Con la nuova società che ha architettato e gestito diversi progetti europei in materia di e-Health ed e-Inclusion finanziati nell'ambito di diversi programmi UE (4 e 5FP, eTEN e ICT PSP). La sua partecipazione a questi progetti gli ha permesso di acquisire una notevole conoscenza e comprensione dei diversi sistemi sanitari dell'Unione europea e di stabilire una solida rete di relazioni con i fornitori di servizi sanitari, con le autorità sanitarie regionali e nazionali dei diversi paesi, e con le aziende IT attive in questo mercato.

È stato spesso invitato come ospite ad importanti conferenze e seminari. Ha una comprovata capacità di guidare team multi-lingua e multi-culturale, grazie alla sua profonda comprensione delle differenze culturali in Europa, e alle sue conoscenze linguistiche.

Chiudi

Del Mugnaio
Politiche integrate di welfare nell'area metropolitana di Bologna

Nel 2014 Bologna diventerà Città Metropolitana e si presenta all’appuntamento con un sistema di welfare totalmente integrato che copre tutto il territorio provinciale - che coincide con il futuro territorio dell’area metropolitana- in grado di integrare le competenze di comuni, provincia, regione, distretti sanitari, ospedali, produttori di servizi residenziali e semi-residenziali, sia pubblici che privati.

Complessivamente sono coinvolti 60 comuni, 6 distretti sanitari, la provincia, 6 ASP, 11 ospedali pubblici, oltre 100 strutture per anziani (alle quali se ne aggiungeranno 200 rivolte a disabili nel 2014), 200 infermieri su un territorio di circa un milione di abitanti.

Il progetto Garsia.We parte da lontano, e per la precisione nel 1997 quando in quest’area già si avverte la necessità di lavorare insieme, condividendo processi e strumenti operativi, e di ripensare il sistema di accesso ai servizi socio-sanitari integrati in un’ottica di semplificazione, integrazione ed efficienza.

Da allora il processo di integrazione e miglioramento del sistema non si è mai arrestato ed ha coinvolto sempre più aree ed affrontato e risolto sempre più problematiche in un ottica di cooperazione e collaborazione.

Anna Del Mugnaio Ufficio di supporto della Conferenza territoriale sociale e sanitaria di Bologna Biografia Vedi atti Guarda il video

Laurea in Scienze Agrarie presso l’Università di Bologna (1983).

Attualmente Dirigente del Servizio Politiche sociali e della salute e Direttore dell’Istituzione G.F. Minguzzi (dal Febbraio 2008).

Nel corso della sua carriera ha ricoperto importanti incarichi, tra i quali, quello di tecnico esperto presso il Centro Professionale CEFPRO O Malaguti e di Dirigente del Servizio Scuola e Formazione presso la Provincia di Bologna. Ha svolto inoltre il ruolo di consigliera e assessore comunale al Comune di Bologna così come quello di Consigliera d’amministrazione a Bologna Fiere SPA (2002-2008). 

Chiudi

Andrich
"Santa Maria Nascente" Don Gnocchi MI
Renzo Andrich CITT (Centro per l'Innovazione e il Trasferimento Tecnologico) - IRCCS Fondazione Don Carlo Gnocchi Biografia Vedi atti Guarda il video

Laureato in Ingegneria Elettrotecnica all’Università di Padova nel 1979, opera dal 1981 presso la Fondazione Don Gnocchi Onlus di Milano, fino al 2002 come responsabile del SIVA (Servizio Informazioni Valutazione Ausili), e attualmente come responsabile dell’area di ricerca “Tecnologie Assistive per la disabilità e l’aurtonomia” del Polo Tecnologico. Ha lavorato come ricercatore e project leader in vari programmi di ricerca nazionali (del CNR, della ricerca biomedica IRCCS, di varie Regioni, del Ministero della Salute) ed europei (HELIOS, TIDE, TELEMATICS, ETEN, IST). E’ coordinatore e docente del Corso di Perfezionamento Universitario "Tecnologie per l'autonomia e l'integrazione sociale delle persone disabili" dell'Università Cattolica di Milano, e ha svolto varie attività di insegnamento come professore a contratto presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano. Nel biennio 2002-2003 è stato presidente dell'AAATE (Association for the Advancement of Assistive Technology in Europe). E’ socio del RESNA (Rehabilitation Engineering Society of North America). E’ autore di vari libri e di pubblicazioni su riviste e testi scientifici di carattere internazionale. E’ responsabile della redazione del Portale SIVA (il portale Internet italiano sulle tecnologie per la disabilità e l'autonomia, gestito dalla Fondazione Don Carlo Gnocchi per incarico del Ministero del Lavoro, della Salute  e delle Politiche Sociali), e presiede l’associazione europea EASTIN (European Assistive Technology Information Network).

Chiudi

Siciliano
Progetto Netcarity, Aggregazioni Pubblico-Private

L’intervento presenterà in modo coordinato e secondo un unico filo conduttore alcune attività che vedono il CNR protagonista in iniziative rilevanti (progetto Netcarity, Aggregazioni Pubblico-Private) nel settore dell’Invecchiamento Attivo ed in Salute. Le attività mirano ad aumentare il livello di autonomia e di sicurezza di soggetti anziani presso il proprio domicilio. Gli obiettivi primari sono:

1. proporre tecnologie innovative ICT (hardware/software) a supporto dell’autonomia domestica dell’anziano in un contesto integrato e multidisciplinare ricorrendo ai più moderni paradigmi “User-Centred Design”, nell’ottica di limitare l’ospedalizzazione e ridurre i relativi costi sanitari e sociali;

2. sviluppare tecnologie abilitanti ed assistenziali a basso costo nel rispetto dei principi di flessibilità, modularità e ricorrendo agli standard;

3. sviluppare servizi innovativi di inclusione sociale per migliorare il benessere psico-emotivo dell’anziano, con particolare attenzione all’interazione con i familiari ed i caregivers;

4. verificare l’impatto della tecnologia sulla vita quotidiana dell’anziano e dei caregivers (acceptance&satisfaction) mediante la loro partecipazione attiva al progetto e implementazione di Living Labs.

I risultati di tali attività hanno permesso poi di attivare un percorso, insieme agli organi di governo nazionali e regionali, che ha portato poi alle azioni per la costituzione dell’Associazione Italiana “Ambient Assisted Living” (AitAAL), l’Aggregazione Pubblico-Privata per l’Active&Assisted Living (INNOVAAL), il Cluster Tecnologico Nazionale Tecnologie per gli Ambienti di Vita. 

Pietro Siciliano Dipartimento Scienze Fisiche e Tecnologie della Materia del - CNR Biografia Vedi atti Guarda il video

Pietro Siciliano received his degree in physics in 1985 from the University of Lecce. He took the Ph.D. in Physics in 1989 at the University of Bari. He is currently a Director of Research at the Institute for Microelectronics and Microsystems (IMM-CNR) at CNR in Lecce, where he has been working from many years in the field of Sensors, MEMS, Microsystems, being in charge of the Sensors and Microsystems  group. He is author of about 350 scientific papers. Dr. Siciliano is referee and member of the advisory board of international journals. He has been responsible for several national and international projects at IMM-CNR. He is member of the Steering Committee of AISEM, the Italian Association on Sensors and Microsystems. He has been chairman and member of the organising committee of many international Conferences and School in Sensors and Microsystems area. He is
Responsible of the Section in Lecce of IMM-CNR. He is President of the Italian Association on "Ambient Assisted Living" (AitAAL), member of the technical group of the European AAL Joint Programme art.185 and Responsible of INNOVAAL, the Public-Private Aggregation on "Active &
Assisted Living"

Chiudi

Atti di questo intervento

co_05_14siciliano.mp3

Chiudi

De Pietro
Intervento a cura di Giuseppe De Pietro
Giuseppe De Pietro Dipartimento Ingegneria, ICT e tecnologie per l'energia e i trasporti del - CNR Biografia Vedi atti Guarda il video

Giuseppe De Pietro, laureato in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Napoli “Federico II”, adjunt Professor presso il College of Science and Technology della Temple University di Philadelphia (USA), dal settembre 2014 è Direttore dell’Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni del CNR.

Precedentemente è stato docente di Calcolatori Elettronici e di Programmazione dei Calcolatori Elettronici presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Napoli “Federico II”. Consulente del Ministero per le Riforme e Innovazioni nella Pubblica Amministrazione, per la definizione delle strategie di diffusione delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione nell’ e-government. Esperto del Ministero per lo Sviluppo Economico. Esperto in materia di ricerca e sviluppo precompetitivo per la valutazione ex ante, in itinere ed ex post dei progetti di innovazione tecnologica nei settori: Architetture e sistemi di elaborazione; Office automation; Reti di Calcolatori; SW di base ed applicativo – SW engineering.

E’ stato anche membro della commissione bilaterale DigitPA – CNR e della della commissione bilaterale tra DigitPA e CNR per i processi di innovazione tecnologica ed e-government. Presidente del C.D.A. di Ehealthnet scarl e rappresentante del CNR nel Laboratorio pubblico/privato ehealthnet. Membro Italiano dell’e-Infrastructure Reflection Group. Esperto designato dal MIUR Pianificazione Reti di Ricerca Europee. Consigliere del C.D.A.  del Centro di Competenza Regionale per l’ICT – CeRICT. Rappresentante del CNR nel CeRICT.

I suoi attuali interessi di ricerca sono focalizzati sui sistemi cognitivi, sistemi di supporto decisionale, architetture software. Ha partecipato attivamente a progetti europei e nazionali, molti dei quali caratterizzati da importanti cooperazioni industriali. È autore di oltre 200 articoli scientifici pubblicati in riviste internazionali e conferenze, ed è coinvolto in numerosi comitati di programmi e di editoriali di periodici. È anche membro IEEE e KES International.

Chiudi

Discussant

Ambesi Impiombato
Intervento di Ambesi Impiombato
Saverio Ambesi Impiombato Professore Ordinario di Patologia generale, Dip. di Patologia e Medicina sperimentale - Clinica Universitaria di Udine Biografia Vedi atti Guarda il video

Nato a Palmi, il 14 settembre 1944. Cattedra di Patologia Generale al Dipartimento di Scienze Mediche e Biologiche dell'Università degli Studi di Udine.

Ha svolto numerose ricerche all'estero. È stato Co-fondatore della Facoltà di Medicina e Chirurgia (sede di Catanzaro) all’Università di Reggio Calabria. Rappresentante dei Professori Associati nel Consiglio di Amministrazione dell'Università di Reggio Calabria.(1984 – 1986). Co-Fondatore e primo Preside della Facoltà di Medicina dell'Università di Udine (1986 – 1989) e poi Presidente del Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia della stessa Facoltà (1986 – 1994). Presidente di molteplici Corsi di Laurea nell'arco dei vent'anni di esperienza.

Dal 2005 è Presidente del consiglio di Corso di Laurea di I Livello in “Infermieristica” della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Udine e dal 2013 è Coordinatore del Dottorato di Ricerca in: “Medicina Cellulare e Molecolare”.

Autore o coautore di circa 100 pubblicazioni a stampa, per la maggior parte su Riviste Internazionali con Comitato di Redazione. Autore o Coautore di numerosi Brevetti depositati sia in Europa sia negli U.S.A, principalmente sulla coltura e sull'uso in diagnostica e terapia umana di cellule differenziate coltivate a lungo termine in vitro.

Nell’ambito di queste Ricerche, il Prof. Ambesi ha partecipato a diversi Progetti approvati dall’ESA e dalla NASA, e per due volte le cellule tiroidee da lui sviluppate sono state a bordo della navicella “Shuttle” e della Stazione Spaziale Internazionale. Ha ricevuto numerose borse e premi. 

Chiudi

Atti di questo intervento

co_05_16ambesi.mp3

Chiudi

Moruzzi
Intervento di Mauro Moruzzi
Mauro Moruzzi Direttore Scientifico - CUP 2000 e responsabile e-Health Academy AssinterItalia. Biografia Vedi atti Guarda il video

Mauro Moruzzi è laureato in Sociologia. Insegna Sociologia dell’Organizzazione all’Università di Urbino . E’ stato inventore del CUP, il sistema elettronico di accesso alla sanità. Con Achille Ardigò ha progettato i primi sistemi e-Care per l’assistenza agli anziani fragili; è Presidente della Associazione Achille Ardigò. E’co-direttore del Master Universitario di I Livello “Fascicolo Sanitario e Sociale Elettronico” dell’Università di Bologna; docente del Corso di Alta Formazione “Fascicolo Sanitario Elettronico in Italia” del Dipartimento di Scienze della Comunicazione dell’Università di Urbino e del Master “Management Innovativo delle Organizzazioni Sanitarie” dell’Università di Urbino. E’ autore di diversi saggi e volumi. Le sue ultime pubblicazioni sono: Alta Comunicazione. Aziende, Fascicoli Elettronici, Emozioni e de-Materializzazioni” (FrancoAngeli, 2012); Il Fascicolo Sanitario Elettronico in Italia. La sanità ad alta comunicazione (Sole24Ore, 2011); e-Health e Fascicolo Sanitario Elettronico (Sole 24Ore, 2009); Achille Ardigò e il paradigma socio tecnico delle reti (in Salute e Società, FrancoAngeli, 2009); Internet e Sanità - Organizzazioni e management al tempo della Rete (FrancoAngeli, 2007); Reti del nuovo welfare(FrancoAngeli, 2005); e-Care Sanità, cittadini e tecnologia al tempo della comunicazione elettronica (FrancoAngeli, 2003).

Il suo blog è www.blogmoruzzi.cup2000.it

Chiudi

Atti di questo intervento

co_05_13mouruzzi.mp3

Chiudi

Misuraca
Intervento a cura di Gianluca Misuraca
Gianluca Misuraca IPTS Siviglia Biografia Vedi atti Guarda il video

Gianluca Misuraca è funzionario scientifico presso l'Unita Società dell'Informazione dell'Istituto per gli Studi sulle Prospettive Tecnologiche del Centro Comune di Ricerca della Commissione Europea (JRC-IPTS), dove coordina, dal 2009, le attività di ricerca e di analisi sulle politiche europee in tema di tecnologie per la comunicazione e l'informazione a supporto della governance pubblica e della 'modellizzazione' dei processi decisionali, oltre che dell'occupazione ed inclusione sociale.

In precedenza, Gianluca è stato Direttore dell'Executive Master in eGovernance, organizzato dall'Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL), con la quale continua a collaborare come ricercatore associato sui temi di innovazione aperta e prospettiva tecnologica.

Con oltre 16 anni di esperienza professionale, durante la sua carriera Gianluca ha svolto attività di consulente strategico a livello mondiale per diverse società internazionali, ed ha collaborato come esperto associato con varie agenzie di cooperazione bilaterale ed Organizzazioni Internazionali, incluso, in particolare, il Dipartimento per gli Affari Economici e Sociali del Segretariato Generale delle Nazioni Unite.

Laureato in Economia Aziendale presso l'Università La Sapienza di Roma, dove ha conseguito anche il Diploma di Specializzazione in Diritto ed Economia dell'Unione Europea, oltre ad una specializzazione in gestione della sicurezza aziendale presso l'Università Bocconi di Milano, Gianluca ha ottenuto un Executive Master in eGovernance ed un Ph.D in Management of Technology presso l'Ecole Polytechnique Féderale de Lausanne (EPFL) in Svizzera.

Gianluca ha pubblicato numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative su temi legati allo sviluppo della Società dell'Informazione, l'eGovernance, le ICT per lo sviluppo e l'inclusione sociale, e contribuisce regolarmente come relatore o docente a conference ed eventi in varie parti del mondo.

Fra i vari temi d'interesse di Gianluca vi sono ovviamente le Smartcities, ed ha tal proposito sta contribuendo attualmente alla progettazione di un Executive Master on 'CityScience' coordinato dall'Università Politecnica di Madrid e che avrà inizio nel 2014, in collaborazioni con prestigiose istituzioni e partner mondiali.

Email di contatto: gianluca.misuraca@ec.europa.eu

Chiudi

Torna alla home